Norme al rallentatore

La classificazione sismica del nostro,territorio è stata decretata, nella forma vigente, nel 2003. Tutti i comuni colpiti dal recente sisma sono stati inseriti in zona 3 (il livello piu basso). Il mio primo calcolo strutturale per un edificio antisismico, dalle nostre parti, è del lo stesso anno: un edificio residenziale costruito in via Alessandro Volta, a Carpi, per conto di una cooperativa edilizia.
Data la complessità dei calcoli, avevo adottato un software di una ditta ferrarese che ancora oggi utilizzo. Purtroppo, fra il 2003 e il 2008 c’è stato un lungo periodo transitorio, in attesa di normative tecniche attuative, che ha consentito a molti costruttori di edificare ‘in deroga’ rispettando solamente le normative previgenti. Quelli erano anni di boom edilizio quindi una grande quantità di edifici, oggi sul mercato, non è antisismico, mentre avrebbe potuto esserlo. Le norme definitive sono entrate in vigore all’inizio della crisi immobiliare, quando il numero dei cantieri si ê drasticamente ridotto. Quanti sono oggi gli edifici antisismici nel nostro territorio?

Lascia un commento